False forging

False forging

Numerosi test sono stati effettuati nel corso degli anni alla ricerca di un procedimento che abbia caratteristiche simili a quelle della forgiatura a caldo: il processo altamente immaginativo come quello della cera persa realizza prodotti il cui aspetto è perfetto, ma imprevedibile dal punto di vista meccanico perché le fibre sono disposte in maniera puramente casuale, dimostrando che c’e un’effettiva differenza con la cosiddetta “forgiatura a caldo”.
Esiste un processo chiamato “forgiatura a freddo” che dichiara di dare gli stessi risultati di quella a “caldo”, ma questo non è possibile perché una testa forgiata a caldo è sicuramente più resistente, in quanto lo spessore varia a seconda di dove è più necessario: proprio grazie al suo spessore variabile avrà certamente un aspetto migliore, a differenza di un semplice pezzo di metallo; sarà più leggera, poiché ci si limita a potenziarla solo dove è necessario, sarà più equilibrata, perché ogni componente ha il giusto peso ed è nella giusta posizione: la differenza si sente. Sarà anche un po’ più costoso, ma ne vale la pena. Grazie ai suoi 150 anni di esperienza, Grivel è riuscita a migliorare questa tecnologia in modo che il rapporto qualità/prezzo rimanga in ogni modo eccellente.