From Zero to Capanna Margherita - a new record (14h 18m 21s) by Nico Valsesia

Pubblicato il 04/09/20

Nelle settimane precedente ero stato sul Monte Rosa con il campione di mountain bike Marzio Deho e con Mattia Torraco, mio caro amico. In giornata avevamo salito da Alagna Zumstein, Margherita, Parrot, Balmehorn, Corno Nero, Cristo delle Vette e Piramide Vincent. Mi sentivo decisamente bene da immaginare di provare ad abbassare il tempo di Marino Giacometti, ma non ero per nulla sicuro. In fondo il suo tempo di 16 ore e 30 minuti impiegato per andare, in bici e di corsa, dalla spiaggia di Genova Voltri alla Capanna Margherita, passando per Alagna Valsesia, reggeva da oltre vent’anni. Ventotto per la precisione. Quest’estate ci avevano già provato in due o tre a battere il record, ma nessuno ci era riuscito. Tanto valeva provarci.

Abbiamo organizzato il tutto in pochi giorni, quindi siamo partiti. Mio figlio Felipe, è salito alla Gnifetti insieme a Mattia, ad aspettare il mio passaggio. È sempre bello poter condividere queste esperienze con loro.
Inizialmente avevo immaginato di partire da Genova verso le 20 del 9 agosto poi, viste le temperature in quota, ho preferito anticipare di due ore la partenza. Meglio sudare in bici che arrivare in quota con temperature troppo alte e non riuscire a correre agevolmente.

Devo dire che la partenza del cronometro è stata una liberazione, finalmente potevo lasciarmi alle spalle la spiaggia di Voltri. Mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca tutto quello sporco e quella spazzatura disseminata ovunque sulla sabbia.

In tutta la pedalata ho cercato di essere sempre costante, senza mai smettere di spingere sui pedali. Praticamente non mi sono mai fermato riuscendo a tenere una media di circa 30 chilometri orari fino a pochi chilometri da Alagna. Lì la pendenza aumenta e di conseguenza il ritmo cala leggermente, soprattutto dopo tutti quei chilometri. Sono comunque riuscito a raggiungere la piazza dopo 7 ore e 30 minuti di pedalata.

Lasciata la bici mi sono preso venti minuti di pausa, Marzio e Diego (che già era stato con me sul Rosa nell’aprile 2018 quando realizzai il record Genova-Gressoney-Capanna Margherita.

Quella volta unii la bici e gli sci impiegando 14 ore e 30 minuti dal mare alla vetta) mi hanno preparato qualcosa di caldo da mangiare, poi ho preso bastoncini e scarpette e siamo partiti verso la Gnifetti. Qui ho controllato il tempo notando di essere in perfetto orario con quelle che erano le mie previsioni. Un veloce saluto a mio figlio poi, legato a Mattia, ho proseguito verso la cima. Mi aspettavo più vento, invece solo tanto freddo. Non so se l’ho mai sentito così forte, probabilmente colpa della stanchezza. Una stanchezza quasi sparita alla vista della Capanna. Quando l’ho raggiunta il cronometro segnava 14 ore, 18 minuti e 21 secondi.

Era da almeno un paio d’anni che non mi sentivo così in forma, merito anche del team che mi ha supportato in ogni momento del progetto. È stata un’esperienza unica, un viaggio per certi versi.

 

Prodotti GRIVEL utilizzati

Zaino Mountain Runner 20

Imbragatura Mistral

Ramponcini RAN Light